Aeroporti calabresi, Nencini: “Consiglio di Stato accoglie ricorso Enac”

L'aeroporto dello Stretto a Reggio Calabria
L’aeroporto dello Stretto a Reggio Calabria

Il Consiglio di Stato ha sospeso l’esecutività della sentenza del Tar della Calabria di annullamento del bando per l’affidamento in concessione della gestione totale degli aeroporti di Reggio Calabria e Crotone.

Lo ha fatto sapere il vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, riferendosi alla decisione con cui la Quinta sezione del Consiglio di Stato ha accolto l’istanza presentata dall’Enac contestualmente al ricorso in appello per la riforma della stessa pronuncia.

La notizia, che circolava con qualche “dubbio”, è stata confermata dalla portavoce del vice ministro, interpellata da noi al proposito.

“Acceleriamo – ha aggiunto il viceministro Nencini – per restituire alla Calabria scali aeroportuali operativi. La Camera di consiglio per la conferma della sospensione – si aggiunge nella nota – è stata fissata all’inizio del mese di marzo. L’Enac pertanto proseguirà con le operazioni di gara”.

La bocciatura del bando Enac era arrivata dal Tar Calabria in accoglimento del ricorso della Sagas, una delle società rimaste escluse dalla gara. L’Ente nazionale per l’Aviazione civile, appresa della decisione del Tribunale amministrativo si era rivolta all’Avvocatura dello Stato per impugnare la sentenza e richiedere, contestualmente, la sospensiva degli effetti della stessa.

La gara dell’Enac mira ad affidare con una concessione trentennale la gestione totale degli Aeroporti di Reggio di Calabria e di Crotone. Il Minniti adesso è in crisi, il secondo è addirittura chiuso. A questo punto si attende l’esito della gara Enac per poter sperare di rimettere in funzione i due importanti scali calabresi. La Ryanair, colosso dei voli low cost, ha fatto sapere di essere pronta a portare su Crotone la sua flotta.