Aeroporti Reggio e Crotone, Dieni: “Sacal faccia meglio di Lamezia”

Federica Dieni
Federica Dieni

«Sacal ha una responsabilità enorme: salvare gli aeroporti di Reggio Calabria e di Crotone e, possibilmente, rilanciarli nel mercato nazionale. L’augurio è che svolga il suo compito meglio di quanto abbia fatto a Lamezia Terme».

È quanto afferma la deputata del M5S Federica Dieni a poche ore dall’annuncio di Enac, che ha comunicato l’affidamento dei due scali a Sacal in seguito alla conferma della sospensiva della sentenza del Tar disposta dal Consiglio di Stato. La società che attualmente gestisce l’aeroporto di Lamezia Terme ha presentato la migliore offerta tecnica per entrambi i lotti di gara. Si tratta di un affidamento temporaneo, in attesa della sentenza di merito del Consiglio di Stato sul ricorso presentato da Sagas, fissata per il prossimo 5 dicembre.

«La società unica tanto invocata dal ministro Delrio e dal governatore Oliverio – prosegue la parlamentare – è ora, almeno per i prossimi nove mesi, realtà. È finito, dunque, il tempo delle scuse e degli alibi. Enac, il ministero dei Trasporti, la Regione Calabria e Sacal devono da subito dare risposte alle migliaia di passeggeri calabresi, ai quali è negato da mesi il diritto alla mobilità, e alle centinaia di lavoratori del “Tito Minniti” e del “Sant’Anna”, costretti per anni a subire sulla loro pelle l’incompetenza e l’inefficienza dei politici e del management che hanno gestito i due scali».

«Quanto a Sacal – conclude Dieni –, è quasi superfluo sottolineare la responsabilità che si è caricata sulle spalle. Così come è pleonastico ribadire l’obbligo di osservare alla lettera tutte le norme sulla trasparenza finanziaria da parte di una società che svolge un fondamentale servizio pubblico».