Calabrese a Torino si barrica in casa per oltre 20 ore

Ferdinando Urzini
Ferdinando Urzini (corriere.it)

Si è concluso dopo circa 22 ore l’assedio di Ferdinando Urzini, il commerciante calabrese che da ieri era barricato nel suo appartamento e minacciava di sparare con una pistola, a se stesso e agli altri.

Stanco per la lunga resistenza, Urzini, 52 anni, si è fatto convincere ad aprire la porta dai carabinieri, che lo hanno persuaso portandogli un cappuccino per la colazione. Sul posto è ora presente il personale sanitario del 118 e il medico curante dell’uomo, che dovrebbe essere sottoposto a Trattamento sanitario obbligatorio.

L’uomo, che ha postato un video in diretta Fb, si era barricato in casa in via Borgaro, periferia di Torino, minacciando di sparare e gettarsi di sotto se non fossero venuti “tutti i giornalisti”. Secondo quanto riportano alcuni organi di informazione, il commerciante avrebbe proferito frasi contro la ‘ndrangheta e denunciato di essere perseguitato.