Abusi sessuali su figlia minore della compagna, arrestato 40enne

Ernesto Modafferi al momento del suo arresto

All’esito di mirate investigazioni condotte dal commissariato di pubblica sicurezza di Gioia Tauro e coordinate dalla procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, all’alba di ieri, 12 settembre, a Gioia Tauro è stata data esecuzione al decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dal sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, Domenico Cappelleri, a carico di Ernesto Modafferi, 40enne di Gioia Tauro, con precedenti di polizia, poiché ritenuto presunto responsabile di atti sessuali pluriaggravati in danno di una bambina minore di 10 anni.

Le investigazioni culminate nell’esecuzione del provvedimento coercitivo personale eseguito dalla Polizia di Stato hanno preso avvio a seguito di una dettagliata denuncia orale sporta, giorni fa, presso il commissariato di pubblica sicurezza di Gioia Tauro, dalla madre della bambina che rivelava continui abusi sessuali di tipo orale e maltrattamenti, da parte del convivente, Ernesto Modafferi, ai danni della piccola figlia.

A seguito della denuncia, madre e figlia piccola, vittima delle presunte violenze, sono state allontanate dall’abitazione dove risiedevano insieme all’uomo e collocate presso un centro di accoglienza per madri in difficoltà.

Gli ulteriori approfondimenti info-investigativi condotti a seguito della denuncia, avrebbero consentito di accertare ulteriori elementi probatori a carico di Modafferi, confermati in sede di audizione protetta dalla piccola vittima delle gravissime violenze sessuali subìte, rendendo, così, indifferibile l’emissione del provvedimento di fermo eseguito ieri mattina.

Ernesto Modafferi, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Palmi a disposizione dell’autorità giudiziaria.