Omicidio Gentile, Pm chiede condanna a 20 anni per Nicholas Sia

Nicholas Sia
Nicholas Sia

CATANZARO – Il sostituto procuratore di Catanzaro Paolo Petrolo ha chiesto la condanna a 20 anni di carcere per Nicholas Sia, il 19enne che il 24 ottobre scorso uccise a coltellate Marco Gentile di un anno più piccolo.

L’accusa ha chiesto al giudice per l’udienza preliminare, Antonio Battaglia, davanti al quale si sta svolgendo il processo con rito abbreviato, di riconoscere le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti della premeditazione e dei futili motivi.

Gli avvocati di parte civile Antonio Lomonaco, Antonio Ludovico e Ottavio Porto hanno chiesto per i genitori della vittima un risarcimento di 350 mila euro e di 80 mila per le due zie.

Si tornerà in aula il prossimo 28 novembre quando parleranno gli avvocati Arturo Bova ed il difensore di Sia Giancarlo Pittelli. Secondo l’accusa, “la vittima, dopo una cessione di narcotico avvenuta una settimana prima e a fronte del mancato pagamento, sbeffeggiava in pubblico l’indagato”.

Da qui la decisione di uccidere Gentile. Sia colpì il 18enne su una scalinata del centro con 12 coltellate provocandone la morte pressoché istantanea. Per il consulente della difesa, il giovane era seminfermo di mente al momento del fatto.

Condividi