Rapina al caveau della Sicurtransport, bottino di oltre 8 milioni

Ciò che resta del caveau della Sicurtrasport dopo il colpaccio
Ciò che resta del caveau della Sicurtrasport dopo il colpaccio

E’ stato quantificato in otto milioni e 170 mila euro il bottino dell’assalto al caveau della società di trasporto valori “Sicurtransport”, avvenuto domenica sera a Catanzaro. In un primo momento si è parlato di circa 4 milioni. A fornire alla Squadra mobile il dato definitivo del contante rapinato sono stati gli addetti della società di trasporto valori una volta completate le verifiche ed i conteggi.

La somma rapinata era composta, in gran parte, dal denaro in contante che la Sicurtransport teneva in custodia per conto di alcuni istituti di credito. La restante parte era rappresentata dagli incassi di alcuni commercianti che avevano consegnato alla Sicurtransport il contante da depositare in banca il lunedì mattina. Nessuna delle banconote rapinate era segnata.

Il bottino, dunque, è interamente spendibile. Gli investigatori hanno trovato le automobili utilizzate dal commando di rapinatori per fuggire. Le vetture erano state abbandonate sulle sponde di un fiume poco distante dal punto in cui si trova il caveau assaltato dai banditi.

Il colpaccio è avvenuto nel Catanzarese domenica sera a Caraffa, nella zona industriale. Una quindicina di banditi armati hanno sfondato con una ruspa il caveau della società di trasporti di valori, poi sono fuggiti ostruendo la strada di accesso con dei mezzi date alle fiamme posti di traverso per impedire alle forze dell’ordine l’inseguimento. I banditi hanno disseminato anche chiodi a tre punte. Un assalto condotto da professionisti. Non si esclude fossero rapinatori fuori regione con una “base” logistica nella zona. Infatti, conoscevano bene dove era la corrispondenza del caveau. Una circostanza che fa riflettere.