2.600 alberi tagliati abusivamente, denunciati proprietario e un tecnico

carabinieri forestali Circa 2.600 piante di alto fusto tagliate abusivamente, oltre due chilometri e mezzo di piste e stradelle aperte senza autorizzazione e il furto di un centinaio di altre piante su un terreno boscato di proprietà del Comune di Nocera Terinese, (Catanzaro).

Sono le irregolarità riscontrate, su una superficie di circa 20 ettari, in località Carito-Lago, dai carabinieri forestale che hanno denunciato due persone, il proprietario del bosco e un tecnico libero professionista, contestando loro violazioni alla normativa in materia paesaggistica, urbanistico-edilizia e di vincolo idrogeologico. Per quanto riguarda il rispetto del vincolo idrogeologico, inoltre, si è proceduto alla contestazione di violazioni amministrative per un importo complessivo di circa 88 mila euro.

I militari, dopo aver acquisito copia della documentazione esistente alla Regione, hanno proceduto ad una verifica tra quanto riportato negli atti e quanto effettivamente tagliato in bosco, rilevando le difformità.