Bancarotta e peculato, sequestrati beni per 3 milioni di euro

Guardia di finanzaI finanzieri del Nucleo di Polizia tributaria di Catanzaro hanno sequestrato beni per oltre tre milioni di euro nella disponibilità di tre persone indagate per i reati di bancarotta fraudolenta, omessa dichiarazione dei redditi e peculato. I provvedimenti sono stati emessi dal gip di Lamezia Terme su richiesta della Procura della Repubblica.

In particolare, i finanzieri hanno notificato a Giuseppe Cristaudo, di 48 anni, e alla moglie Titina Caruso, di 45, consigliera comunale  in carica a Lamezia, di Forza Italia, la misura del divieto temporaneo di esercitare ogni attività di impresa, mentre a Battista Cristaudo, di 52 anni, è stato notificato il divieto di esercitare la professione di commercialista.

I finanzieri hanno apposto i sigilli a conti correnti accesi in diversi istituti di credito, immobili (tra cui una villa con piscina a Lamezia Terme), una sala bowling a 12 piste in un centro commerciale di Maida e centinaia di apparecchi da gioco del tipo slot-machine.