Catanzaro, pedina e minaccia ex moglie: 59enne “recluso” in clinica

Un uomo di 59 anni, V.P., è stato arrestato e posto in una casa di cura dai carabinieri della stazione di Gagliano con l’accusa di maltrattamenti in danno della sua ex moglie con cui ha interrotto il rapporto – dal quale sono nati due figli – un anno fa.

Il provvedimento è stato emesso dal gip presso il tribunale di Catanzaro su richiesta della locale procura. Secondo quanto accertato dagli investigatori, l’uomo, che soffrirebbe di disturbi mentali, avrebbe più volte posto in essere atti persecutori nei confronti dell’ex consorte, braccandola per strada, pedinandola, prendendole a pugni il cofano dell’auto e nascondendosi dietro la porta d’ingresso del suo luogo di lavoro in attesa di potersi intrufolare con l’inganno.

L’uomo era riuscito a infilarsi nella macchina dell’ex suocero, minacciandolo di tagliare la testa del più piccolo dei suoi figli. L’indagato è stato tratto in arresto e condotto ai domiciliari in una casa di cura per curare la sua patologia.