Sorvegliato speciale in giro armato. Un arresto a Cosenza

Sorvegliato speciale in giro armato. Arrestato dai carabinieri
Nel riquadro Francesco Patitucci

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Rende hanno arrestato, in viale Cosmai Francesco Patitucci, di 55 anni, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno. pregiudicato, già condannato per associazione mafiosa perché ritenuto affiliato al clan Ruà/Lanzino.

L’arresto è avvenuto poiché l’uomo è stato trovato in possesso di una pistola marca North American Arms inc., modello Long rifle, calibro 22, con 5 cartucce ed è stato trovato alla guida, con patente revocata, di una Toyota Iq di proprietà un giovane di Paola.

L’indagato è stato associato presso casa circondariale Cosenza su disposizione della procura di procura Cosenza nella persona del pm Domenico Frascino. Ireati contestati sono porto abusivo di arma comune da sparo e violazioni della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno

A seguito dell’arresto di Francesco Patitucci i militari hanno svolto indagini sull’arma, accertando che la pistola illegalmente detenuta da Patitucci è da considerarsi arma clandestina, in quanto priva di punzone del banco di prova di Gardone Val Trompia (Brescia). Pertanto, spiegano i carabinieri, all’indagato verrà contestato il reato pù’ grave di porto di arma clandestina, punito con reclusione da due a otto anni con ulteriore aggravamento per aver commesso il fatto quale sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno.