“Pizzo” di 2 euro su parcheggi in Fiera. Perquisiti e multati abusivi

"Pizzo" di 2 euro su parcheggi in Fiera. Perquisiti e multati abusivi (Foto repertorio)La Compagnia Carabinieri di Cosenza ha perquisito e sanzionato alcuni parcheggiatori abusivi sorpresi a chiedere la cosiddetta “offerta”, che ad avviso di molti cosentini è una vera e propria richiesta di “pizzo”, elevando nei loro confronti multe per oltre 4.600 euro complessive. Si tratta di 4 cosentini, un bulgaro ed un rumeno che sono stati colti in flagranza mentre chiedevano “l’obolo” (aumentato almeno il doppio) nelle aree di maggiore afflusso automobilistico per la Fiera di San Giuseppe.

Il controllo degli uomini dell’Arma in questi giorni è stato intensificato in occasione della tradizionale Fiera ponendo in essere efficaci servizi di prevenzione generale allo scopo di garantire le massime condizione di sicurezza pubblica. Ottimizzando l’impiego delle risorse di uomini e mezzi si è inteso così far fronte al particolare e delicato impegno, per prevenire e reprimere rapine, furti, scippi e borseggi, essendo questi delitti cosiddetti predatori che incidono sulla tranquillità e serenità della cittadinanza.

Nel contempo è stata garantita l’intensificazione dei servizi antirapina con particolare attenzione obiettivi più esposti ad aggressioni criminali (supermercati, piccole attività commerciali ecc.) o alla commissione di reati quali furti in appartamento, con un controllo maggiore dei soggetti alle misure di prevenzione e sicurezza.

I servizi sull’intera area della fiera, sono eseguiti da pattuglie a piedi con Carabinieri in uniforme e personale in abiti civili tra la folla. In tale contesto, questa mattina i militari hanno compiuto una serie di controlli in via Popilia, piazza Riforma, piazza Amendola, via Reggio Calabria e via Consalvo Aragona al fine di arginare il fenomeno dei cosiddetti “parcheggiatori abusivi” che, in occasione della fiera, hanno colto l’occasione per aumentare i prezzi e dislocandosi anche in aree con strisce blu: chi vuole parcheggiare deve dare una “offerta” di 2 euro, “il grattino” del comune non serve.

I carabinieri hanno quindi colto nella fragranza ben 6 abusivi (quattro cosentini, un bulgaro ed un rumeno) sottoponendoli a perquisizione personale per la ricerca delle somme ed elevando sanzioni amministrative di 771 euro ciascuno per un totale di 4.626 euro.