Rossano, accoltella rivale in amore. Arrestato per tentato omicidio

Matteo Acri, presunto autore del tentato omicidio a Rossano
Matteo Acri, presunto autore del tentato omicidio a Rossano

Un giovane incensurato avrebbe accoltellato il rivale in amore, ma solo grazie al tempestivo intervento degli agenti di Polizia in servizio presso il commissariato di Rossano, non ha potuto portare a termine la sua missione di “vendetta” nei confronti del suo “competitor”.

E’ stato così arrestato Matteo Acri, 21 anni, con l’accusa di tentato omicidio. Il giovane, nel corso della tarda serata di mercoledì, in Viale De Rosis, a Rossano Scalo, avrebbe dato appuntamento alla sua vittima, P. D., 19 anni, per regolare i conti su un intreccio di relazioni affettive intraprese con due ragazze anch’esse di Rossano.

Matteo Acri, spiega la Questura di Cosenza, a bordo della sua autovettura, dopo aver dato appuntamento a P.D., lo avrebbe raggiunto e tamponato per poi scendere dall’auto e, con un coltello da cucina, a lama fissa della lunghezza di circa 25 centimetri, avrebbe colpito il “rivale” nella zona frontale del cranio e all’altezza dell’ascella sinistra.

Nel corso della violenta colluttazione, sono fortunatamente giunti gli uomini della Polizia di Stato del Commissariato di Rossano, già in perlustrazione del territorio, i quali hanno immediatamente messo fine alla violenza scongiurando il peggio. Il ferito non è grave.

Una volta bloccati, i due sono stati accompagnati presso i locali del Commissariato e poi fatti trasportare in ospedale dove la vittima è stato giudicato guaribile in 15 giorni mentre Acri in dieci.

Al termine degli accertamenti, gli agenti hanno arrestato Matteo Acri per tentato omicidio e hanno denunciato anche P.D., per porto abusivo di arma: aveva anche lui un coltello ma non l’avrebbe sfoderato. I due sono ora a disposizione della competente autorità giudiziaria.

Condividi