Villapiana, ancora strage sulla Statale 106 jonica. Sterminata una famiglia

Incidente Villapiana, ancora una strage sulla Statale 106 jonica. Sterminata una famiglia
Archivio

L’ennesima strage sulla statale 106 jonica. A rimetterceli la pelle, questa volta, una famiglia composta da marito, moglie e uno dei loro figli. In gravissime condizioni l’altra figlia di 14 anni, che è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Annunziata di Cosenza. Il terribile incidente è avvenuto intorno alle 4 di notte all’altezza di Villapiana (Cosenza).

Le vittime sono Roberto Santini, di 51 anni, di Messina e militare della Guardia di finanza che prestava servizio a Taranto, la moglie Rossella Sardiello, di 46 anni, ed il figlio Marco di 19 anni, sorella di Giorgia, unica superstite.

La famiglia, partita la notte scorsa da Taranto direzione Messina, percorreva la “strada della morte” sulla fascia jonica quando, per cause in corso di accertamento, la loro automobile, una Opel Mokkasi si è scontrata frontalmente con un autoarticolato. L’impatto è stato violentissimo.

Era piena notte quando Santini e la sua famiglia viaggiavano in direzione sud e si è scontrata frontalmente con un autotreno Volvo, partito dalla Sicilia e diretto in Basilicata. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia stradale di Rossano e Trebisacce, i Carabinieri della Compagnia di Corigliano ed i finanzieri del gruppo di Sibari.

Inutili i soccorsi per padre, madre e figlio. La figlia quattordicenne è stata strappata dalle lamiere contorte dai Vigili del fuoco. Le sue condizioni sono serie. L’autista del mezzo pesante coinvolto nell’incidente è sotto choc e pare sia rimasto illeso.