E’ salvo Vincenzo Giordano, il turista campano disperso in Sila

Proseguone le ricerche di Vincenzo Giordano, il turista disperso in Sila

E’ salvo Vincenzo Giordano, il turista di 27 anni, di Castellabate (Napoli), disperso sui monti della Sila.

L’uomo, dopo 3 giorni in cammino, ha raggiunto una strada nei pressi di Bocchigliero, ad oltre 15 chilometri di distanza dal luogo dove si era perso, nelle vicinanze di Campana.

Per strada ha incontrato due persone alle quali ha raccontato la sua storia ed è stato accompagnato dai carabinieri. L’uomo ha graffi su varie parti del corpo, è disidratato ma complessivamente sta bene. Da tre giorni il Soccorso alpino Calabria stava coordinando le ricerche, condotte anche con l’ausilio di un elicottero e di un mezzo speciale.

Le ricerche di Vincenzo Giordano, erano riprese venerdì mattina. Il Soccorso alpino Calabria ha dispiegato sulle montagne della Sila vicino Cozzo del Morto, nel comune di Campana, 25 uomini, un medico e una unità cinofila.

Inoltre, il Soccorso alpino, in ossequio al Piano provinciale redatto dalla Prefettura di Cosenza che lo individua quale referente tecnico del Coordinamento unificato delle ricerche in ambiente montano, ha fatto giungere sul posto un mezzo speciale donato dalla Protezione civile regionale al Cnsas, denominato “Centro mobile di coordinamento”, grazie al quale gli specialisti del Soccorso alpino, attraverso sofisticati sistemi informatici, potranno dirigere e coordinare le ricerche anche con l’utilizzo di cartografie collegate ai sistemi Gps delle squadre.

Alle ricerche hanno partecipato anche i Carabinieri, il Corpo forestale dello Stato, il Sagf della Guardia di finanza ed i Vigili del fuoco.

Condividi