Rende, inseguimento tra Carabinieri e sorvegliati speciali. Un arresto

Milano, fermato un gambiano per lo stupro a parco Sempione

Sabato sera i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Rende hanno arrestato M.A., 35enne cosentino, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno a Cosenza.

L’arrestato si trovava nel pomeriggio a Rende a bordo di uno scooter condotto da un altro sorvegliato speciale, B.C., 23enne di Cosenza, quando una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Rende, riconosciuti i soggetti, intimava l’ALT.

I due giovani non si fermavano e ne scaturiva un inseguimento nel centro abitato di Rende e successivamente di Cosenza, dove i due facevano perdere temporaneamente le loro tracce.

Nella serata veniva rinvenuto lo scooter abbandonato, denunciato in stato di libertà B.C. per violazioni alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza e resistenza a pubblico ufficiale e contestualmente veniva tratto in arresto M.A., per la violazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, in attesa della celebrazione del rito direttissimo che avrà luogo nella mattinata di lunedì.