Rende, cinese vendeva giocattoli pericosi. Denunciato

Rende, cinese vendeva giocattoli di dubbia provenienza. DenunciatoRENDE – E’ di due denunce e una persona segnalata il bilancio di una serie di controlli predisposti dai Carabinieri della compagnia di Rende. Tra i reati, un tentativo di frode, guida senza patente e guida in stato di ebbrezza.

A Luzzi, i militari della locale stazione, hanno deferito in stato di libertà, un 47enne cinese, residente in paese per “tentata frode nell’esercizio del commercio”. I militari hanno accertato che l’uomo, all’interno del proprio esercizio commerciale di Luzzi, aveva esposto su alcuni scaffali giocattoli per bambini ed elettrodomestici vari tutti con il marchio “CE” visibilmente contraffatto e non corrispondente alle direttive CEE. La merce è stata sottoposta a sequestro.

A Rende i militari dell’aliquota radiomobile del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rende, hanno denunciato in stato di libertà, un 38enne cosentino perché è stato sorpreso a guidare pur avendo la patente di guida revocata.

Sempre ieri, oltre il Campagnano i carabinieri della locale compagnia hanno segnalato alla prefettura, un 23enne cosentino per la violazione amministrativa. Il giovane è stato fermato per un controllo e sottoposto al test alcolemico dove è stato riscontrato un tasso nel sangue superiore ai limiti consentiti dalla legge. Al ragazzo è stata subito ritirate la patente.

Condividi

Rispondi