Raccolta differenziata, anche Occhiuto a meeting Anci Conai di Bari

Mario Occhiuto
Il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto

Alla 33esima Assemblea nazionale dei comuni italiani di Bari, sono intervenuti, insieme al Presidente del Conai Roberto De Santis, i sindaci di 3 importanti città del Sud: Bari, Catania e Cosenza.
I primi cittadini hanno testimoniato l’importanza della raccolta differenziata di qualità finalizzata all’avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio.

Conai è impegnato a supportare le amministrazioni locali in questo processo di valorizzazione dei rifiuti di imballaggio, garantendone l’avvio a riciclo. Tra gli strumenti messi in campo dal consorzio di recupero degli imballagi CONAI a sostegno delle amministrazioni comunali, il supporto alla realizzazione del piano digestione dei rifiuti urbani, la realizzazione e il cofinanziamento di campagne di informazione e sensibilizzazione rivolte alle utenze domestiche e commerciali. CONAI si impegna inoltre alcoordinamento dell’intera fase di start-up, per l’avvio concreto dei progetti di raccolta differenziata. A questo proposito CONAI concretizza l’impegno nei confronti delle amministrazioni locali stanziando fino a 5 milioni di euro ogni anno, così come previsto dall’Accordo Quadro Anci Conai.

I rifiuti di imballaggio – in acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro – conferiti ogni anno in discarica diminuirebbero di ulteriori 400.000 tonnellate, mentre i Comuni potrebbero contare su risorse economiche aggiuntive per 83,5 milioni di euro, tra l’incremento dei corrispettiviper i maggiori oneri derivanti dalla raccolta differenziata erogati da CONAI (37 milioni di euro) e i benefici derivanti dal mancato smaltimento dei rifiuti (46,5 milioni).

“La raccolta differenziata di qualità è il mezzo più efficace per consentire l’avvio a riciclo e la valorizzazione di quantità crescenti di rifiuti di imballaggi. Per questo oggi abbiamo mostrato ai Comuni come un cambiamento di prospettiva che tenga conto non solo degli aspetti quantitativi ma anche qualitativi della raccolta differenziata, sia possibile” ha commentato Roberto De Santis, Presidente di CONAI. “E’ quanto stiamo attuando in importanti realtà urbanedel Sud quali Catanzaro, Cosenza, Bari, Catania, Potenza, con risultati incoraggianti sin dalle prime fasi di avvio del servizio”.

“Come sindaco, riconosco l’importanza di aver a fianco di Bari un partner serio ed affidabile come il Conai, che ha dimostrato nelle precedenti esperienze di collaborazioni comunali di poter contribuire in maniera concreta all’avvio di sistemi efficienti ed efficaci di raccolta differenziata. Il percorso che abbiamo intrapreso dal 2015 è una rivoluzione che entrerà nelle case dei cittadini che saranno chiamati a cambiare strutturalmente le proprie abitudini. Un cambiamento che non comporta solo sacrifici ma che a regime produrrà benefici ambientali, evitando di sprecare risorse, ed economici grazie alla valorizzazione dei rifiuti di imballaggio conferiti a Conai – dichiara Antonio Decaro, Sindaco di Bari e neo Presidente di Anci- Credo che in questa sede, XXXIII Assemblea dell’Anci, tutti gli amministratori locali presenti potranno cogliere l’occasione per scambiare buone pratiche rispetto alla gestione dei rifiuti nei propri comuni. Occorre trovare strumenti e soluzioni che tengano insieme l’economicità dell’intero ciclo, dalla raccolta al conferimento e alla trasformazione e la salvaguardia dell’ambiente senza trascurare il percorso di educazione e sensibilizzazione alla raccolta differenziata che deve coinvolgere tutti i cittadini, grandi e piccoli”

“L’inizio della raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti è stato un cambiamento storico per la nostra città. La collaborazione con il Conai si è rivelata preziosa, con la raccolta che è uno dei cardini del cambiamento di questa città” ha affermato Enzo Bianco, Sindaco di Catania.“Per realizzarla in maniera adeguata è stata fondamentale la collaborazione di tutti: i veri protagonisti di questa rivoluzione culturale siamo stati tutti noi in quanto cittadini chiamati a dimostrare senso civico, impegno e rispetto delle regole. Adesso, è da pochi giorni partito il quinto step che ha consentito di coprire ormai gran parte del centro cittadino. Manca poco ormai per fare il definitivo salto di qualità e portare la raccolta differenziata in tutta la città”.

“I Comuni sono motore centrale nelle buone pratiche che vanno incentivate attraverso un’azione sempre più energica di coinvolgimento dei cittadini. L’Amministrazione comunale di Cosenza ha molto puntato, in questi ultimi cinque anni, sul progetto della raccolta differenziata che abbiamo avviato da zero ottenendo percentuali di oltre il 60%” ha dichiarato Mario Occhiuto, Sindaco di Cosenza. ”Il Conai ha concorso a far raggiungere questo importante risultato che attesta oggi la nostra città tra le città più virtuose del Meridione. Il protocollo di intesa con il Consorzio, infatti, si è rivelato importante non soltanto per la raccolta degli imballaggi ma, a monte, per l’efficacia, tra le altre cose, delle campagne di sensibilizzazione e di informazione”.

Condividi