Grande Cosenza: “Bilancio passato grazie a PSE”. Cipparrone: “Meschino”

Giovanni Cipparrone in aula
Giovanni Cipparrone in aula

“Il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, non ha più la maggioranza in consiglio comunale dopo pochi mesi dalla sua elezione. Solo con l’aiuto di Giovanni Cipparrone e Francesca Malizia, entrambi consiglieri eletti nella lista che fa capo ad Enzo Paolini, il primo cittadino è riuscito ad approvare la pratica di Bilancio”. Lo afferma in una nota la coalizione La Grande Cosenza.

“Cominciano ad esplodere le contraddizioni di una maggioranza che ha vinto le elezioni attraverso promesse e “pagherò politici” che oggi chiedono il conto al sindaco Occhiuto” conclude la nota.

I due consiglieri, Cipparrone (Pse) e Malizia (Cosenza popolare) si sono astenuti durante la votazione a palazzo dei Bruzi. Segno, per La Grande Cosenza, che la maggioranza che sostiene Occhiuto non sarebbe più così solida come invece era uscita dalle urne.

Di diverso avviso Giovanni Cipparrone che su Facebook fa vedere l’altra faccia della medaglia: “Qualcuno – scrive – crede di fare blitz pensando che siamo servi al potente di turno senza tenere conto che questa volta i conti devono saperseli fare sul serio e quando li hanno fatti e hanno gli attributi devono chiedere in consiglio la sfiducia…..chiedono di trattare un punto per mettere in atto il loro meschino modo di fare politica…..Subito dopo per garantire l’intervento al padrone di turno rientrano in aula….perché si parla di sanità. …..avete capito sanità del nuovo corso commissariale di MARIO OLIVERIO”.