Problema acqua a Cosenza, il sindaco alla Sorical: “Aumentare fornitura”

acquedotto“Com’è noto, già all’antivigilia di Natale, la SoriCal aveva anticipato la comunicazione che, a causa di alcune rotture sulla condotta dell’Abatemarco, in località Joggi nel comune di Santa Caterina Albanese ed in località Ritorto nel comune di Malvito, oggi sarebbe stata interrotta l’erogazione idrica. I lavori di riparazione erano stati infatti programmati per questo martedì 27 dicembre. A interventi ultimati, presumibilmente entro questa sera, verrà ripristinata la funzionalità dell’acquedotto e dunque la conseguente normalità dell’erogazione idrica”. Lo riferisce una nota del portavoce del sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto.

“L’Amministrazione comunale, proprio relativamente ai disagi che i cittadini stanno registrando in alcune zone di Cosenza durante questo periodo festivo – si aggiunge – tiene a evidenziare che è stato ufficialmente richiesto alla Sorical di aumentare la fornitura appunto adesso che i consumi dell’acqua nelle famiglie sono maggiori, considerando anche che la stessa Sorical ha ridotto la distribuzione negli ultimi mesi.

Il sistema idrico sul territorio urbano è un sistema molto complesso. La rete cittadina viene suo malgrado scompensata sia per le numerose rotture all’acquedotto Abatemarco di gestione Sorical (la cui condotta attraversa un terreno estremamente franoso e dunque se ne hanno conseguenze negative in inverno), e sia per la carenza d’acqua nelle sorgenti dipendenti sempre dalla Sorical. La suddetta società ha pertanto dovuto ridurre la distribuzione in tutti i Comuni di sua competenza. Ad ogni modo, l’Amministrazione comunale bruzia prosegue senza soluzione di continuità i lavori dei progetti di riefficientamento sull’intera rete idrica cittadina. Come si ricorderà, attraverso un’attività preventiva, il Comune di Cosenza ha migliorato una situazione a cui non si metteva mano da troppi anni, allacciando un quinto degli utenti in modo da ridurre il problema atavico della dispersione dell’acqua soprattutto per colpa di tubature vetuste”.

“Il nostro intento – ha detto il sindaco Occhiuto, che di recente ha incontrato il presidente della Sorical, Luigi Incarnato, sollecitando un concreto miglioramento del servizio – è quello di ottenere una migliore distribuzione della rete interna e, parallelamente, di sviluppare ulteriormente l’efficienza delle sorgenti comunali. Nei mesi scorsi avevamo raggiunto un buon risultato aumentando di molto le ore di fornitura. Purtroppo al momento registriamo disagi in alcune aree della città a causa delle rotture sulla rete di adduzione dell’acquedotto Abatemarco, che non gestiamo direttamente. È chiaro che serve una collaborazione più attiva da parte della Regione Calabria e quindi della Sorical perché in merito a un servizio tanto importante e fondamentale non siamo autonomi”.