Crisi idrica a Cosenza, la Procura manda i Carabinieri in Sorical

Carabinieri forestaleI militari della Compagnia di Cosenza unitamente ai Carabinieri del Gruppo Forestale della città dei Bruzi, stanno accedendo presso sede Sorical di Cosenza, Ufficio tecnico del comune nonché  presso 4 serbatoi gestiti dalla predetta società che riforniscono di acqua il capoluogo Bruzio e la Provincia, con lo scopo di acquisire documentazione contrattuale e compiere campionamenti sulla salubrità dell’acqua.

L’attività, coordinata dalla Procura della Repubblica di Cosenza e seguita personalmente dal Procuratore dott. Mario Spagnuolo e dall’aggiunto dott.ssa Marisa Manzini, scaturisce dalla perdurante crisi idrica che affligge la città di Cosenza.

Crisi che si è acuita negli ultimi due mesi, con una cronica assenza d’acqua in città. L’emergenza ha anche prodotto duri scontri tra l’amministrazione comunale e la Sorical.