Rapina in una tabaccheria di Cosenza, preso un 21enne

Tabacchi via monte san michele cosenzaAncora una rapina a Cosenza, questa volta in una tabaccheria di Via Monte San Michele, messa a segno da una banda di 5/6 persone. La Polizia ha arrestato in flagranza uno dei presunti autori.

Si tratta di Michele Rosito, 21 anni, cosentino. I banditi hanno fatto irruzione nella tabaccheria sabato sera, prima della chiusura. Erano armati di coltello e con il volto travisato da calzamaglia. Dopo aver minacciato le persone presenti, hanno preso un bottino (misero): 250 euro e alcuni pacchetti di sigarette.

LA RICOSTRUZIONE – Alle 21 di sabato sera giunge una segnalazione al 113 di una rapina in corso nel tabacchi. Sul posto sono subito piombate auto delle volanti e uomini della squadra mobile in servizio di perlustrazione antirapina.

Appena sul posto, gli uomini diretti da Giuseppe Zanfini hanno intercettato un giovane, identificato poi nell’arrestato, che alla vista degli agenti tentava la fuga mentre si disfaceva di un oggetto che teneva nella mano destra.

Subito recuperato, i poliziotti hanno visto che si trattava di un portafogli con soldi e documenti risultato essere della titolare della tabaccheria dove pochi minuti prima si era consumata la rapina.

A poche decine di metri dal luogo dove è stato fermato Rosito, gli agenti della volante hanno rinvenuto una maglia di tuta blu con chiusura zip con all’interno, arrotolata, una calza di nylon nera verosimilmente identica a quella utilizzata dai rapinatori.

Nel prosieguo delle indagini sono state visionate le immagini di videosorveglianza in zona da cui è emerso che a compiere l’assalto, insieme a Rosito vi sarebbero altre cinque persone.

I rapinatori, con il volto travisato, uno dei quali, armato di coltello, hanno fatto irruzione velocemente all’interno dell’esercizio, sono saltati dietro il bancone prelevando dalla cassa circa 200 euro, pacchetti di sigarette nonché il portafogli della proprietaria del tabacchino con circa 50 euro. Prima di darsi alla fuga, nella concitazione è stata tagliata la manica del giubbino del figlio della tabaccaia.

Dell’arresto è stato subito informato il pm di turno, Dottor Tridico, che ha disposto la misura cautelare. Dopo le formalità di rito in Questura, Michele Rosito è stato arrestato e posto ai domiciliari.

La Squadra mobile di Cosenza si è attivata nella ricerca degli altri quattro rapinatori ma anche per far luce su altri furti e rapine commesse nelle ultime settimane. Il Questore di Cosenza, Luigi Liguori invita la cittadinanza a fornire nell’immediatezza di fatti criminosi a dare indicazioni utili alla Polizia, al fine di fermare la preoccupante escalation criminale nella città dei Bruzi. Appena l’altro ieri sera due presunti rapinatori sono stati arrestati, sempre dalla Polizia, per il colpo alla farmacia Misasi.

Ma tra furti e le molte rapine in banca e altri esercizi consumati dall’inizio dell’anno, ha destato allarme quella ai danni di una coppia di 60enni l’altro giorno a Città 2000, dove una banda di 4 persone è entrata nell’appartamento dal balcone prendendo in ostaggio i coniugi e razziando la casa di denaro e oggetti preziosi.