Falbo chiede a sindaco di Cosenza un encomio per agenti “salva vite”

Il consigliere Andrea Falbo
Il consigliere Andrea Falbo

Il capogruppo in consiglio comunale di Cosenza della lista “Mario Occhiuto Sindaco”, Andrea Falbo, ha chiesto al sindaco della città dei Bruzi la consegna di un encomio ai poliziotti che negli ultimi giorni, in due distinte circostanze, hanno salvato due vite umane.

Nella richiesta indirizzata al sindaco Mario Occhiuto, il consigliere Andrea Falbo esprime il ringraziamento più sentito ai poliziotti Gianluigi Russo, Francesco Sorrentino, Fortunato Torchia, Andrea Gagliardi, Giancarlo Pullano e Francesco De Sossi, “per l’azione quotidiana, svolta insieme ai loro colleghi e a tutti gli operatori di polizia, sicurezza e vigilanza, in un momento di particolare criticità per la nostra città e in generale per tutto il paese.

Esterno – prosegue Andrea Falbo – un’immensa gratitudine, anzitutto da cittadino cresciuto in una famiglia che da sempre ha operato all’interno della pubblica sicurezza, da umile Consigliere Comunale della nostra Cosenza e in particolare da genitore.

I valori e i principi che i sei operatori delle forze di polizia hanno dimostrato negli ultimi tempi rappresentano per la nostra comunità motivo di orgoglio e speranza. Le vite salvate non hanno prezzo: ecco perché oggi più che mai abbiamo il dovere e la necessità di preservare e far emergere il valore di persone che mettono a repentaglio la loro stessa esistenza per un dovere morale e sociale che, chi come me rappresenta le Istituzioni, ha l’obbligo di trasferire alla propria comunità”.

Il consigliere Falbo, nella proposta al Sindaco di attribuzione di un encomio ai sei poliziotti, ricorda poi le azioni meritorie nelle quali si sono distinti.

“Gli Assistenti Capo Gianluigi Russo, Francesco Sorrentino, Fortunato Torchia e Andrea Gagliardi – sottolinea il consigliere Falbo – il 22 Dicembre 2016 salvarono la vita ad un nostro giovane concittadino diciottenne che, in un momento di depressione, tentò un gesto estremo davanti alla disperazione della madre.

L’intervento tempestivo dei tutori dell’ordine, accorsi dopo una telefonata della madre, ha contribuito in modo determinante ad evitare il peggio. Più recente – ricorda ancora Andrea Falbo – l’episodio che ha visto impegnati l’Ispettore Giancarlo Pullano, il Poliziotto-Medico, e l’Assistente Capo Francesco De Sossi che venerdì scorso, 17 Febbraio, hanno salvato la vita ad una bambina di tre anni che respirava a fatica e in preda ad uno stato convulsivo.

I due agenti si sono subito precipitati a soccorrerla e nel trasportare la bimba in ospedale, il Poliziotto medico Ispettore Pullano, grazie ai suoi studi di medicina e ai corsi di primo soccorso obbligatori per tutti gli operatori di polizia, ha iniziato a praticarle le manovre di primo soccorso al fine di agevolarne la respirazione per tutto il tragitto. Arrivata in Ospedale, la piccola è stata sottoposta alle cure e ricoverata: i medici hanno ringraziato i poliziotti per il tempestivo intervento e per aver salvato la vita alla bambina.

Sono queste due storie – sottolinea ancora al Sindaco Occhiuto il consigliere Andrea Falbo – che non possono lasciare indifferenti una comunità. Si tratta di storie che raccontano valori ed azioni che le Istituzioni debbono sottolineare e riconoscere per il forte segnale di incoraggiamento, di sensibilizzazione e senso civico che trasmettono alla comunità. Ecco perché propongo che sia consegnato loro, da parte del Sindaco della città, un meritato e doveroso encomio, come profondo senso di gratitudine che la comunità vuole rivolgere al coraggio, alla determinazione e al senso del dovere che da sempre contraddistinguono gli operatori di Polizia e tutte le forze dell’ordine di sicurezza e di vigilanza”.