Sequestrati 50 ettari di bosco a Calabria Verde

Sequestro terreni calabria verde

Una superficie boscata di quasi 500 mila metri quadri di proprietà della Regione Calabria, Azienda Calabria Verde, è stata posta sotto sequestro probatorio e preventivo dai Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Rossano Calabro.

All’interno di essa è stato accertato il taglio furtivo di 3074 piante, principalmente di Cerro,  che ha provocato grave danno all’ecosistema e alla biodiversità compromettendo la stabilità idrogeologica a causa della privazione della copertura del suolo. Tale attività ha portato ad un taglio di piante del valore economico corrispondente a oltre 1 milione di euro.

All’interno dell’area posta sotto sequestro sono inoltre presenti circa 3850 quintali di legna, tronchi d’albero abbattuti ed in parte depezzati trovati sul letto di caduta nel bosco che rappresentano un ulteriore valore commerciale di euro 46.000.

Le indagini, coordinate dal procuratore capo della Repubblica di Castrovillari Eugenio Facciolla e dal sostituto Valentina Draetta, proseguono in più direzioni al fine di identificare i responsabili di tale reato.

L’area, al cui interno è stato anche rinvenuto il materiale utilizzato per lo smacchio, posto sotto sequestro, è stata data in custodia giudiziaria all’azienda Calabria Verde distretto territoriale di Acri.