6 scosse nel Basso Tirreno Cosentino, magnitudo massima: 3.5

terremoto-basso-tirrenoSequenza sismica rilevante nel Basso Tirreno calabrese. Sei le scosse di terremoto registrate giovedì 9 marzo a largo delle coste tra il Cosentino e il Lametino.

Gli eventi sono stati localizzati dal sistema sismico dell’istituto di geofisica e vulcanologia, a 28 chilometri di profondità in mare aperto e a una distanza di 75 chilometri da Lamezia Terme e Cosenza. I centri abitati più vicini sono Amantea, Campora San Giovanni (Cs), Falerna e Lamezia Terme (Cz). Nel raggio della propagazione sismica interessata anche Tropea, nel promontorio vibonese.

In ordine sono questi i terremoto registrati dall’Ingv: una scossa magnitudo 3.5 (la più forte), è stata registrata stanotte alle 4.50. Nella stessa area, alle 7.55 di stamattina è stato registrato un evento più lieve, di magnitudo 2.2 a una profondità di 29 chilometri.

Nel pomeriggio, invece, alle 18.13 una di magnitudo 2.7 mentre alle 18.21 un’altra di magnitudo 3.3. Ne sono seguite a distanza ravvicinata altre due di magnitudo 2.3. Mercoledì, nella stessa zona si è verificato un evento di 2.5. Non si sono verificati danni a cose o persone. Negli ultimi trenta giorni sono decine le scosse che hanno interessato il basso tirreno.