Rapina alla Posta di via Popilia, banditi asportano bancomat. In fuga

Rapina alla Posta di via Popilia, banditi asportano bancomat. In fuga Furto nella notte a Cosenza, dove un gruppo di criminali non ancora identificato utilizzando un mezzo da cantiere, un escavatore, ha divelto e distrutto l’ufficio postale di via Popilia per asportare il Bancomat.

Da una prima ricostruzione, intorno alle 4.30 di stamane i banditi hanno agganciato la saracinesca e poi hanno sfondato la vetrata dell’ingresso sradicando la cassa blindata.

I rapinatori con l’aiuto del braccio meccanico del mezzo sono riusciti a forzare sul posto la “cassaforte” arraffando tutto il denaro contenuto all’interno. Il bottino non è stato ancora quantificato. L’allerta è stata lanciata da una telefonata al 113 da qualcuno svegliato dal forte rumore prodotto durante l’azione criminale.

La rottura del Bancomat ha azionato il dispositivo macchia soldi. Un sistema che alla manomissione della cassa rilascia inchiostro colorato che rende di fatto il denaro inutilizzabile. Sull’episodio indaga la Squadra mobile della Questura di Cosenza che sta acquisendo le riprese dei circuiti di videosorveglianza presenti in zona. L’escavatore, probabilmente rubato, è stato rinvenuto in loco con il motore ancora acceso.

Non si esclude che negli angoli adiacenti via Popilia vi fossero dei “pali” pronti ad allertare i banditi in caso di arrivo di auto delle forze dell’ordine. A quell’ora di notte è infatti frequente il passaggio di gazzelle e pattuglie. Il furto è stato compiuto nel giorno di insediamento del nuovo Questore di Cosenza.