Dimentica pentolino sul gas e la casa va a fuoco, salvato da Polizia

Dimentica pentolino sul gas e la casa va a fuoco, salvato da Polizia
Archivio

Pericolo scampato nel primo pomeriggio di ieri a Cosenza per un anziano di 87 anni, grazie al provvidenziale e tempestivo intervento degli uomini della Polizia di Stato.

Allertati dalla sala operativa della Questura alla quale erano giunte numerose segnalazioni telefoniche riguardo un incendio in corso in un appartamento del centro cittadino, personale della Squadra volante si è portato subito sul posto.

Davanti al portone d’ingresso, gli uomini dal neo questore Giancarlo Conticchio, trovavano un gruppo di persone che gridando indicavano loro la porta d’ingresso dell’appartamento interessato.

Senza indugio, nonostante le fiamme e l’intenso fumo i poliziotti entravano nell’abitazione, dove trovavano l’anziano in evidente stato confusionale, presumibilmente provocato dall’alta percentuale di monossido di carbonio presente all’interno dello stabile.

Lo stesso, preso in braccio da uno dei poliziotti, con cautela veniva portato fuori e messo in salvo. Si è reso necessario prenderlo in braccio attesa la resistenza opposta ai poliziotti poiché l’anziano voleva rimanere all’interno della sua abitazione nonostante stesse per soffocare.

Gli agenti, dopo essersi assicurato dell’incolumità e delle condizioni di salute del signore, entravano nuovamente nell’appartamento allo scopo di scongiurare pericoli per l’incolumità pubblica, mettendo in sicurezza gas e ed energia elettrica scongiurando così pericolose dispersioni e svolgendo le prime opere di spegnimento delle fiamme, poi completate da una squadra del Vigili del Fuoco di Cosenza.

Gli operatori nonostante la coltre di fumo inalata, non si recavano al pronto soccorso ma continuavano il turno di volante per assicurare il controllo del territorio, ormai certi di aver salvato una vita umana. All’origine dell’incendio un pentolino dimenticato sul fuoco.