Cosenza, la strana scomparsa di Mario Rubinacci

Mario Rubinacci
Mario Rubinacci

Ha fatto perdere le sue tracce martedì pomeriggio Mario Rubinacci, il 33enne di Cosenza sparito nel nulla da borgo Sant’Ippolito, a Cosenza. La famiglia, preoccupata, ha sporto denuncia martedì sera ai carabinieri della stazione di Cosenza “P. Grippo”, dopo che il giovane non ha fatto rientro come sempre a casa.

Mario Rubinacci è stato ritrovato. Leggi

Mario al momento della sua scomparsa indossava una maglietta rossa, e la sua Fiat Punto blu insieme al suo motorino, erano ferme davanti la sua abitazione. Operaio edìle disoccupato e fidanzato con una ragazza da ben 12 anni, nessuno della sua cerchia di amici e familiari riesce a comprendere i motivi del suo allontanamento, se di questo si tratta. Da quanto si apprende, Mario era lontano da giri sospetti ma era anzi un ragazzo gioviale, premuroso, e ben voluto da tutti.

E’ dunque una scomparsa che appare strana, anche perché – racconta un membro della famiglia – con la fidanzata Giorgia non esistevano dissidi ed erano soliti chiamarsi frequentemente. Da ieri pomeriggio, intorno alle 15, dopo essere stato a pranzo dal cugino e aver bevuto un caffè, Mario Rubinacci è letteralmente scomparso. Il telefono risulta spento e questo alimenta le preoccupazioni dei genitori.

Dalle 18 di questa sera militari e vigili del fuoco insieme ad altro personale hanno iniziato a setacciare l’area dove si presume che il giovane possa essersi recato. Al momento le ricerche non hanno dato nessun esito. Domani mattina dovrebbero arrivare i cani molecolari e insieme a un pool interforze le ricerche dovrebbero estendersi per decine di ettari.

La famiglia, che lancia un disperato appello attraverso i media per una soluzione positiva, ha allertato anche la trasmissione “Chi l’ha visto?”. Chiunque avesse notizie utili può chiamare le forze dell’Ordine, in questo caso il 112.