Reporter di guerra, 4 calabresi in finale, tra cui due cosentini

Fausto Biloslavo
Fausto Biloslavo, reporter di guerra e membro della giuria alla finalissima di Milano

MILANO – Ci sono 4 calabresi, di cui due cosentini, tra i 165 i finalisti che parteciperanno alle fasi conclusive della prima edizione di Reporter Day, cui hanno partecipato oltre 650 giornalisti, videomaker, fotografi o semplicemente appassionati, tutti molto giovanissimi, con un’età media di 31 anni.

I 4 calabresi sono Diego Fedele e Mariangela Maritato, (provincia di Cosenza); Francesco La Bella (Vibo Valentia) e-Pasquale Zumbo (Reggio Calabria).

L’iniziativa è promossa da “Gli occhi della guerra”, progetto di giornalismo senza filtri né censure, nato nel 2013 e basato sul crowfunding (raccolta di fondi, per lo più tramite Internet e i social).

Il 22 giugno, i 165 finalisti presenteranno il loro progetto a una giuria composta da reporter, fotografi, giornalisti tra i quali, per citarne alcuni, Ivo Saglietti o Francesco Cito, tra i più grandi autori di fotoreportage al mondo; Marco Maisano, che ha iniziato la sua esperienza di reporter a “Gli occhi della guerra” e ora “Iena” su “Italia 1”, o Sebastiano Caputo, giovane reporter con alle spalle già una lunga esperienza di racconto dai confini del mondo; Fausto Biloslavo, “decano” degli inviati di guerra (in foto).

I vincitori saranno comunicati il 23 giugno alla “Fabbrica del Vapore” di Milano, durante un evento nel corso del quale si incontreranno gli iscritti al Reporter Day e i lettori e gli appassionati di reportage.