Rossano, incidente sulla 106 ionica: muore un meccanico 40enne

Lorenzo SimeriIncidente mortale sulla strada statale 106 ionica, all’alba di sabato 17 giugno, tra i comuni di Corigliano Calabro e di Rossano (Cosenza), nei pressi della contrada Insiti. Un furgone, per cause in corso di accertamento, si è violentemente scontrato con una Audi A4.

L’incidente si è verificato questa mattina intorno alle 6:20. Nella vettura c’era una coppia. L’uomo alla guida, un meccanico rossanese di quasi 40 anni, Lorenzo Simeri, è deceduto sul colpo.

La fidanzata 27enne è stata invece trasportata, in gravi condizioni, con l’elisoccorso, all’ospedale Annunziata di Cosenza. Nell’incidente sono rimaste ferite, in modo meno grave, anche altre due persone che erano a bordo del furgone adibito al trasporto di frutta e ortagggi.

L’impatto è stato violentissimo. Dell’Audi A4 di Lorenzo Simeri è rimasto un groviglio di rottami, come si può vedere dalle immagini postate su Fb dall’associazione “Basta vittime sulla 106”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il traffico ha registrato notevoli rallentamenti. A causa dell’incidente avvenuto al km 10,300, la strada statale 106 è provvisoriamente chiusa a Rossano. Sul posto sono presenti le forze dell’ordine e le squadre dell’Anas per la gestione della viabilità e per il ripristino della normale circolazione nel più breve tempo possibile.

Intanto, i familiari di Lorenzo Simeri hanno conferito mandato all’avvocato penalista Francesco Nicoletti al fine di verificare l’esatta dinamica del sinistro e appurare eventuali responsabilità. Sull’episodio la procura di Castrovillari ha aperto un fascicolo. Sgomento per questa nuova vittima sulla 106,  a Rossano, dove l’uomo era molto conosciuto e ben voluto.

“L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” precisa che nel tratto interessato dall’incidente di oggi e che resta in assoluto uno dei più pericolosi della S.S.106 in provincia di Cosenza non è mai stato effettuato alcun intervento di messa in sicurezza dall’ente proprietario/gestore della strada sia esso Anas Spa o Comuni che ne hanno la competenza. Così come intendiamo evidenziare che solo in questo tratto, tra i più pericolosi, non è mai stato installato alcun strumento che potesse prevenire incidenti (spartitraffico centrale, limitatori di velocità, ecc.)”.

L’associazione scrive che Lorenzo Simeri è la quinta vittima della S.S.106 nell’anno 2017 dopo Bianca Grande di 70 anni investita il 28 gennaio a Botricello e deceduta in ospedale il 12 febbraio, Vincenzo Mercurio di 74 anni deceduto il 23 febbraio a Botricello (CZ), Ciòbotaru Gheorghe di 26 anni, deceduto il 15 aprile a Rossano (CS) e Domenica Greco di 25 anni, deceduta il 7 maggio a Saline Joniche (RC).