Ordigno bellico nel Salento, intervento degli artificieri cosentini

Ordigno bellico CASTROVILLARI – Un nucleo di Artificieri dell’Esercito nella giornata di ieri è stato inviato con urgenza nel Salento per un rinvenimento di un’ordigno inesploso. Nel Comune di Surano (Lecce), durante la rimozione di un vecchio muretto a secco, un operatore di un mezzo di cantiere, ha scoperto un oggetto sospetto, subito rivelatosi un ordigno bellico inesploso.

I Guastatori della 2^ Compagnia Guastatori, dell’11° Reggimento Genio di Castrovillari (Cosenza) giunti sul posto, hanno immediatamente confermato che quanto giaceva sul terreno,  era una bomba da mortaio americana a grande capacità, contenente oltre 2 kg di tritolo, residuato dell’ultimo conflitto mondiale.

Con la collaborazione del mezzo di cantiere messo a disposizione del proprietario, supportati dall’assistenza sanitaria della Croce Rossa, gli specialisti della Caserma “MANES”, hanno effettuato un brillamento controllato in sicurezza, e immediatamente dopo le verifiche necessarie, hanno rimosso ogni materiale di risulta, bonificando e ripristinando il sito per permettere la continuazione dei lavori.

Continua costantemente l’opera di supporto dell’Esercito ed in particolare dei Guastatori di Castrovillari in supporto alle popolazioni ed alle Prefetture, nell’ambito della sicurezza, dai controlli sul territorio alla rimozione e distruzione dei residuati bellici inesplosi, confermandosi sempre punti di riferimento per la Nazione.