Minaccia un medico con un coltello, arresto e Tso per squilibrato

carabinieri ambulanzaHa cercato di aggredire con un coltello un medico del 118 chiamato per soccorrerlo dopo che era stato notato alterato e minaccioso nei confronti di alcune persone davanti un locale.

E’ successo ieri sera a San Sosti, nel cosentino. I carabinieri della locale stazione lo hanno arrestato con l’accusa di per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Si tratta di G. E., 38enne del posto, con precedenti penali per reati contro la persona.

L’uomo era stato notato da alcuni passanti in via Piano della Fiera, all’altezza del bar “San Pio”, in stato di alterazione psico–fisica, mentre minacciava senza motivo alcune persone. Allertato il 112, sul posto sono giunti i militari che hanno dapprima cercato di calmare il trentottenne, poi hanno chiamato i sanitari. Appena giunta l’ambulanza, l’uomo è andato in escandescenza e ha estratto un coltello a scatto lungo 20 centimetri con una lama di nove con cui ha minacciato il medico.

Grazie alla pronta reazione dei militari presenti, che fortunatamente non hanno riportato alcuna conseguenza, l’uomo veniva bloccato, disarmato e ammanettato. Informata l’autorità giudiziaria di Castrovillari, l’uomo è stato rilasciato per essere sottoposto a Trattamento sanitario obbligatorio (Tso) nel reparto di psichiatria dell’ospedale civile di Vibo Valentia.