Crotone, accoltellato per 5 euro. Arrestato Massimiliano Laforgia

Crotone, accoltellato per 5 euro. Arrestato Massimiliano Laforgia
Massimiliano Laforgia

Sarebbe stato un debito non onorato di 5 euro, per una dose di metadone, a scatenare una lite sfociata in un grave fatto di sangue a Crotone. Gli agenti della polizia crotonese hanno arrestato il presunto autore del tentato omicidio di tre giorni fa nella città pitagorica. Si tratta di Massimiliano Laforgia, nato a Crotone nel 1976, già noto alle forze dell’ordine, attualmente sottoposto alla misura dell’affidamento in prova al servizio sociale.

I FATTI – Erano 14.30 circa di mercoledì 4 maggio 2016, quando al 113 è giunta la richiesta di intervento, a seguito del grave ferimento di una persona di Crotone, il quale era stato colpito al petto da una coltellata.

La vittima, altro pregiudicato crotonese anch’egli affidato in prova al servizio sociale, arrivata in ospedale a bordo di ambulanza del 118, è stato immediatamente sottoposta alle cure dei sanitari che diagnosticavano un pneumotorace all’emitorace sinistro da ferita d’arma da punta e da taglio con prognosi di 30 giorni.

Sul posto si sono subito recati le Volanti e le pattuglie della Squadra Mobile della Questura di Crotone, al fine di ricostruire la dinamica dell’evento, individuare l’autore del fatto, nonché il movente.

Nonostante ciò, riferiscono gli inquirenti, non solo la vittima si rifiutava fermamente di fornire alcun tipo di dichiarazione, ma anche alcuni testimoni ascoltati non hanno consentito di acquisire elementi di interesse al prosieguo investigativo.

Pertanto, gli investigatori della Squadra Mobile provvedevano preliminarmente a visionare le immagini dei circuiti delle telecamere cittadine, potendo ricostruire i movimenti della vittima, il quale giungeva a piedi nel centro storico, dopo essere stato colpito in luogo imprecisato, per chiedere aiuto ad alcuni conoscenti e l’invio di una ambulanza.

Nell’ambito del procedimento penale incardinato presso la Procura di Crotone, sono stati avviati specifici servizi tecnici, che hanno consentito agli inquirenti di acquisire importanti elementi a carico del Massimiliano Laforgia.

Secondo quanto accertato dagli investigatori, il presunto autore del fatto arrestato oggi, avrebbe sferrato la coltellata al culmine di una lite scaturita dalla richiesta della vittima di dargli una somma di 5 euro a fronte della illecita cessione di metadone a Laforgia.

Gli agenti hanno inoltre documentato come la stessa vittima stesse pianificando, unitamente ad alcuni familiari, la vendetta nei confronti di Laforgia. Secondo la Polizia, i riscontri effettuati hanno consentito di verificare la fondatezza della versione dei fatti, per come ricostruita.

Le risultanze investigative sono state rassegnate al pm titolare del fascicolo, Gaetano Bono che, stamane ha ottenuto dal Gip Michele Ciociola il provvedimento restrittivo a carico del Laforgia, il quale è stato tratto in arresto da personale della Squadra Mobile della Questura di Crotone e ristretto presso la locale casa circondariale, a disposizione della competente autorità giudiziaria.