Picchia il padre e lo riduce in fin di vita. Arrestato per tentato omicidio

Picchia il padre e lo riduce in fin di vita. Arrestato per tentato omicidioTentato omicidio e maltrattamenti in famiglia. Con queste accuse gli agenti delle volanti della Questura di Crotone hanno arrestato A.P.. Dopo la telefonata di una donna al 113, i poliziotti sono intervenuti in un’abitazione a causa di una lite violenta in atto.

Gli agenti hanno quindi accertato che il figlio della donna, con problemi psichici derivanti principalmente dall’abuso di sostanze stupefacenti e alcoliche, aveva picchiato selvaggiamente con calci e pugni al volto il padre, riducendolo in fin di vita. L’uomo aggredito, riverso carponi a terra in una pozza di sangue, era privo di sensi, con un evidente trauma al volto, la mandibola fratturata e le arcate dentarie distrutte.

Dopo essere stato portato d’urgenza in ospedale, gli agenti sono venuti a conoscenza di una storia di continue aggressioni e violenze consumatesi nel corso degli anni all’interno del nucleo familiare. Il figlio dell’uomo è stato così arrestato.

Condividi