Crotone, disperato tenta darsi fuoco: salvato da Cc. E il comune dov’è?

Uomo salvato dai carabinieriUn uomo di 68 anni, sabato mattina ha tentato il suicidio a Crotone. Spinto da una grave situazione economica, dopo essersi cinto con del filo spinato e sdraiato per terra, ha minacciato di darsi fuoco, cospargendosi di benzina. E’ stato salvato dai carabinieri di Crotone e dai soccorritori.

L’anziano – non nuovo a gesti del genere – qualche giorno addietro si era visto sequestrare il mezzo con cui abusivamente raccoglieva rottami metallici allo scopo di tirare a campare.

Senza più il mezzo per raccattare ferro e alluminio, si è visto perduto e ha deciso di porre fine alla sua esistenza. Ha preso una tanica di liquido infiammabile e se l’è svuotata addosso. Prima di far scoccare la scintilla, fortunatamente una gazzella dei militari della stazione diretti dal maresciallo Vincenzo Gaglio, avuta notizia, si è precipitata sul posto e l’hanno salvato.

Gli uomini in divisa hanno dapprima rassicurato l’anziano, facendolo desistere dal proprio intento. In aiuto ai militari, anche un equipaggio del 118, che ha trasportato il malcapitato in ospedale, dove dopo un breve consulto medico, è stato dimesso.

A questo punto, carabinieri e personale sanitario, dopo aver offerto all’uomo un’abbondante colazione, hanno organizzato una piccola colletta per lui. Un gesto solo simbolico e umano, che va adesso accompagnato dai servizi sociali del comune guidato dal sindaco Pugliese, con misure concrete di sostegno economico.