Business accoglienza, in manette parroco e capo della Misericordia

operazione Jonny clan Arena isolaIl governatore della Misericordia di Isola Capo Rizzuto (Crotone) Leonardo Sacco ed il parroco dello stesso paese, don Edoardo Scordio, sono stati sottoposti a fermo nell’ambito dell’operazione Jonny condotta contro la cosca Arena da 500 appartenenti a polizia, carabinieri e finanzieri.

Il clan, secondo la Dda di Catanzaro, avrebbe controllato il Centro di accoglienza per richiedenti asilo (Cara) di Isola Capo Rizzuto, uno dei più grandi d’Europa, che è gestito dalla Misericordia.

I due sono accusati di associazione mafiosa, oltre a vari reati finanziari e di diversi casi di malversazione, reati aggravati dalle finalità mafiose. Gli Arena, tramite Sacco, sarebbe riuscita ad aggiudicarsi gli appalti indetti dalla Prefettura di Crotone per le forniture dei servizi di ristorazione presso il centro di accoglienza di Isola di Capo Rizzuto e di Lampedusa.

Appalti che – secondo la Dda di Catanzaro -,   venivano affidati a imprese appositamente costituite dagli Arena e da altre famiglie di ‘ndrangheta per spartirsi i fondi destinati all’accoglienza dei migranti.