Follia a Reggio Calabria, Pasquale Laurendi uccide moglie e suocera a coltellate. Arrestato

Una volante della polizia davanti la Questura di Reggio Calabria - Duplice omicidio. Pasquale Laurendi uccide a coltellate Antonia Latella e la suocera
Una volante della polizia davanti la Questura di Reggio Calabria

Dramma nella notte a Reggio Calabria. Un uomo di 55 anni, Pasquale Laurendi, reggino, al culmine di una violenta lite familiare ha ucciso a coltellate la moglie Antonia Latella, di 53 anni, e la suocera Carmela Cicciù, di 83.
Laurendi è stato arrestato dalla polizia poco dopo l’omicidio mentre tentava di fuggire.

I due figli della coppia, al momento del duplice omicidio, non erano in casa. Il duplice omicidio è accaduto verso le 3 di notte in casa della coppia, un’abitazione popolare in una traversa di via San Giuseppe, nella zona sud della città. Dopo aver commesso il crimine, l’uomo è subito fuggito ma è stato bloccato dalla Polizia sulla sua auto lungo la statale 106. Laurendi è ora è in stato di fermo con l’accusa di duplice omicidio.

Sul luogo sono immediatamente giunte le volanti delle forze dell’ordine chiamate dai vicini dopo aver sentito litigare e urlare. Insieme a loro la Scientifica per i rilievi del caso. Ancora sconosciuto il movente del duplice omicidio.

Da un primo esame effettuato dagli inquirenti, sembra che moglie e suocera siano state colpite con numerose coltellate. Segno di una furia incontenibile dovuta chissà a quali motivi. Da quello che riferiscono alcuni vicini sembrerebbe che tra il presunto omicida e la moglie negli ultimi tempi i rapporti erano sempre più tesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here