Omicidio di Mary Cirillo, chiesto l’ergastolo per Giuseppe Pilato

Mary Cirillo e Giuseppe Pilato
Mary Cirillo e Giuseppe Pilato

(ANSA) LOCRI (REGGIO CALABRIA), 5 OTT – Condanna all’ergastolo, con isolamento diurno per un anno. É la richiesta fatta dal pm di Locri, Rosanna Squeglia, nei confronti di Giuseppe Pilato, il commerciante di 32 anni che il 18 agosto 2014 uccise con alcuni colpi di pistola la moglie, Mary Cirillo, di 31, con la quale aveva avuto tre figli.

Il processo per l’omicidio di Mary Cirillo si sta celebrando davanti ai giudici della Corte d’assise di Locri. A Pilato viene contestato l’omicidio volontario aggravato dalla premeditazione.

Pilato, dopo avere ucciso la moglie nell’appartamento della coppia, a Monasterace (Reggio Calabria), si diede alla fuga e si costituì ai carabinieri il 23 agosto successivo. Movente dell’omicidio, secondo quanto é emerso dalle indagini, la gelosia di Pilato nei confronti della moglie.