Reggio, pensionato trovato con arsenale di armi in casa. Arrestato

armi e munizioni Antonino Nicolò
Armi e munizioni trovate in casa di Antonino Nicolò

Un pensionato di 77 anni, Antonio Nicolò, con precedenti specifici, è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria con l’accusa di detenzione illegale di armi e munizioni.

I militari, nel corso di una perquisizione per la ricerca di armi effettuata presso la sua abitazione hanno trovato un piccolo arsenale composto da 1 fucile da caccia calibro 12, 1 pistola a tamburo 38 special, 1 fucile di precisione semiautomatico con ottica di precisione, 53 cartucce calibro 38 special, 182 cartucce 7,5×55, 499 bossoli utilizzabili per eventuali ricariche, 115 cartucce calibro 7,65 full metal jacket, 65 cartucce da caccia calibro 12.

All’interno di mattoni, fissata con il fil di ferro sotto una passerella di legno, nella cuccia del cane; questi alcuni dei luoghi in cui sono state ritrovate le armi ed il munizionamento. A nulla sono serviti gli sforzi del Nicolò di trovare dei nascondigli perfetti, la minuziosa perquisizione operata dai Carabinieri ha permesso di ritrovare un vero e proprio arsenale.

Tutte le armi rinvenute e poste sotto sequestro, sono state avviate presso i laboratori tecnico/balistici dell’Arma, per gli accertamenti. Al termine della perquisizione, espletate le formalità di rito, Antonino Nicolò è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, per incompatibilità con il regime carcerario, a disposizione dell’autorità giudiziaria reggina.