Brescia, la Dia sequestra 500 mila euro a un calabrese

dia direzione investigativa antimafiaLa Direzione Investigativa Antimafia (Dia) di Brescia ha sequestrato beni mobili ed immobili di proprietà di Antonino Scopelliti, 77enne residente a Capriolo, nel Bresciano, e originario di Reggio Calabria, condannato in via definitiva per diversi reati, commessi tra gli anni ’70 e oggi, tra i quali furto, contrabbando, lesioni, usura ed estorsione.

Il provvedimento di sequestro odierno è stato emesso dal Tribunale di Brescia, Seconda Sezione Penale e Misure di Prevenzione, in accoglimento della proposta per l’applicazione della misura di prevenzione avanzata dal Direttore della Dia.

I beni sottoposti a sequestro ammontano a oltre duecentomila euro e risultano costituiti da una villetta a Capriolo (stimata in 150.000 euro) e da titoli e beni (tra cui orologi Rolex, Tudor, Iwc) per oltre 50.000 euro. A Scopelliti sono stati confiscati nei giorni scorsi anche due appartamenti, anche questi a Capriolo, del valore stimato di trecentomila euro.