Scoperte 15 mila piante di marijuana, un arresto dei carabinieri

Droga: carabinieri Gioia Tauro individuano piantagione
La piantagione di marijuana

GIOIA TAURO (REGGIO CALABRIA) – Tre serre contenenti oltre 15 mila piante di marijuana sono state scoperte in località “Bosco Sovereto” dai carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro insieme a quelli di Rizziconi, nel reggino.

I militari hanno anche arrestato Girolamo Albanese, di 38 anni, incensurato, di Rosarno, per produzione e coltivazione di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente del tipo canapa. I carabinieri, insospettiti dal forte odore di marijuana hanno iniziato un servizio di osservazione durante il quale hanno visto l’uomo accedere ad un podere di proprietà comunale su cui erano impiantate 6 serre.

I militari hanno quindi sorpreso Albanese mentre irrigava tre serre di circa 1000 metri quadrati ognuna, contenenti le piante di canapa alte circa 1 metro, in grado di fruttare oltre 1,5 milioni di euro. Nelle serre era stato installato un sofisticato impianto di irrigazione. Nelle vicinanze è stato trovato materiale per l’essiccamento e per il taglio delle piante.