Money gate, i Cosentino dai domiciliari all’obbligo di dimora

Giuseppe Cosentino
Giuseppe Cosentino

PALMI (REGGIO CALABRIA) – Sono tornati liberi l’ex presidente del Catanzaro calcio, Giuseppe Cosentino, e la figlia Ambra. Il gip di Palmi ha accolto infatti l’istanza di revoca degli arresti domiciliari per i due indagati, arrestati il 29 maggio scorso nell’ambito dell’inchiesta “Money gate”.

Il giudice, accogliendo la richiesta degli avvocati Sabrina Rondinelli e Domenico Infantino, ha disposto per Cosentino e per la figlia l’obbligo di dimora a Cinquefrondi (Reggio Calabria). Giuseppe Cosentino è accusato di appropriazione indebita e di reati tributari, mentre alla figlia viene contestato il reato di riciclaggio.