Galleria di Mileto e tratto A3 sequestrati: Il Pm: “Pericoloso”

Galleria di Mileto e tratto A3 sequestrati: "Pericoloso"
La galleria Fremisi-San Rocco sull’autostrada A3 sequestrata. In due incidenti vi persero la vita 5 giovanissimi

VIBO VALENTIA – La Procura di Vibo Valentia ha disposto il sequestro preventivo della galleria “Fremisi-San Rocco” sull’autostrada A3 in direzione sud e del tratto in prossimità della stessa. L’autostrada sarà chiusa tra gli svincoli di Mileto e Serre.

Il provvedimento è stato preso dopo che i tecnici nominati per chiarire le cause di due gravi incidenti in cui sono morte 5 persone, avrebbero evidenziato “gravi difetti strutturali” per la conformazione dell’asfalto e la mancanza di illuminazione e di barriere di protezione.

Il provvedimento, emesso dal pm Benedetta Callea, è in fase di esecuzione da parte della Polizia stradale e dei carabinieri della sezione di Pg della Procura.

La misura della procura vibonese nasce dall’apertura di una inchiesta per accertare la sicurezza della galleria dopo i gravissimi incidenti.

Nel tratto in questione, il 25 novembre scorso, è morto Domenico Napoli, di 19 anni, mentre il primo marzo scorso sono deceduti quattro giovani di età compresa tra i 22 ed i 24 anni, Fortunato Calderazzo, Marzio Canerossi, Francesco Carrozza, e Giuseppe Speranza investiti da un camion dopo che la loro auto avrebbe sbattuto violentemente contro un punto non protetto della galleria.

Sono 13 in tutto le persone indagate dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia nell’inchiesta per accertare le cause dei due incidenti stradali nell’ambito della quale lunedì è stato disposto il sequestro della galleria. Tra gli indagati figurano sei dirigenti dell’Anas, il direttore del Centro manutenzione del tratto autostradale Giovanni Fiordaliso, il responsabile unico del procedimento di ammodernamento del tratto Consolato Cutrupi, il dirigente del lotto di ammodernamento del tratto Giovanni Fiordaliso.

Sotto indagine anche i collaudatori del tratto Fulvio De Paolis, Arnaldo Tessieri e Bernardino Cipolloni; il legale rappresentante pro tempore della Società Italiana per Condotte D’acqua Spa, impresa esecutrice dei lavori di ammodernamento Mohammad Ali Sangelaji ed il direttore dei lavori Sergio Lagrotteria; i progettisti del tunnel “Tremisi” per conto della società “Progin Spa” Franco Forni, Salvatore Scoppetta, Antonio Grimaldi e Salvatore Esposito; l’autista del camion che investì l’auto sulla quale viaggiavano 4 ragazzi il primo marzo scorso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here