Enogastronomia, premiata a Salerno la ‘Nduja di Spilinga

Luigi Caccamo Nduja 2017
La ‘Nduja di Luigi Caccamo

L’hanno incoronata migliore ‘Nduja in assoluto. Ed è stata insignita sul podio più elevato alla finalissima del Campionato Italiano del Salame che si è concluso a Minori “Città del Gusto” (Salerno).

Quello dell’Artigiano della ‘Nduja di Spilinga di Luigi Caccamo è stato un autentico trionfo all’undicesima edizione del Campionato Italiano del Salame organizzato dall’Accademia delle 5 “T” (Territorio, Tradizione, Tipicità, Trasparenza, Tracciabilità). La manifestazione è considerata nel settore la più prestigiosa in Italia ed ha il patrocinio del MIPAAF, di diversi Atenei e dell’AEHT (l’Associazione europea delle scuole alberghiere e di turismo).

“Sono particolarmente soddisfatto di questo premio – ha dichiarato Luigi Caccamo, dinamico titolare dell’azienda di Spilinga insieme alla moglie Graziella – per il riconoscimento al nostro lavoro ed a tutti i nostri collaboratori. Ci gratifica particolarmente perchè scopo dichiarato dell’importante manifestazione è quello di rendere onore ai salumi non solo più buoni e genuini, ma anche più coerenti con la tradizione del loro territorio”.

Il premio è arrivato dopo una selezione che ha impegnato diverse giurie nazionali nell’arco di un intero anno e che si è conclusa con l’evento finale in Costiera amalfitana, ospitato nella location del bistrot di Salvatore De Riso, uno dei templi golosi del Sud gourmet.

Regina dell’hot food, spalmabile e provocante, la ‘Nduja sta vivendo un momento davvero magico di “ambasciatrice” del gusto calabrese nel mondo e dello stesso Made in Italy. Prediletta dai buongustai e dagli chef stellati, quella autentica di Spìlinga (chi non l’ha assaggiata non può rendersi conto del valore dell’originale), è una preparazione dal gusto forte e antico.

È il più piccante, saporito e odoroso insaccato di maiale del panorama mondiale, capace di declassare seduta stante a pietanza da educande la serafica Sobrassada de Mallorca (che pure nell’aspetto pare identica).
Caccamo, capofila dei migliori produttori spilinghesi, ha uno stabilimento-gioiellino, moderno e attento alla tradizione ma anche all’igiene ed alla qualità degli ingredienti.