Giorno della Memoria, Mattarella: “Rammentare e onorare i giusti”

Giorno della Memoria, Mattarella: "Rammentare e onorare i giusti"
Sergio Mattarella nel suo intervento al Quirinale per il Giorno della Memoria

Al via da stamane le iniziative in tutta Italia per celebrare il Giorno della Memoria del 27 gennaio. Al Quirinale il capo dello Stato Sergio Mattarella ha presenziato ad una cerimonia in occasione della giornata in memoria delle vittime del nazismo.

“Rammentare e onorare, com’è bene fare, i tanti giusti, le tanti azioni eroiche non cancella, tuttavia, le colpe di chi, anche in Italia, si fece complice dei carnefici per paura, fanatismo o interesse”, ha detto il presidente della Repubblica.

Il presidente ha anche ricordato “i 650.000 militari italiani deportati nei campi tedeschi, perché dopo l’8 settembre si rifiutarono di servire Hitler. E’ una pagina di storia, colma di sofferenza e di coraggio, che è parte integrante della Resistenza italiana e che non sempre è adeguatamente conosciuta”.

Il presidente della Repubblica ha parlato del germe dell’intolleranza: “Ancora oggi dobbiamo chiederci: com’è possibile che, sotto forme diverse – che vanno dal negazionismo, alla xenofobia, all’antisionismo, a razzismi vecchi e nuovi, al suprematismo, al nazionalismo esasperato, al fanatismo religioso – com’è possibile, ripeto, che ancora oggi si sparga e si propaghi il germe dell’intolleranza, della discriminazione, della violenza?”.

“La giornata della Memoria – ha proseguito Mattarella – ci impone di ricordare le tante vittime di una stagione lugubre e nefasta. Ma impegna a contrastare, oggi, ogni seme e ogni accenno di derive che ne provochino l’oblio o addirittura la ripetizione.

Auschwitz è diventato un monumento contro l’orrore nazista. Ma è, e deve essere, anche la testimonianza consapevole, di quali sciagure sia capace di compiere l’uomo quando abbandona la strada della convivenza e della solidarietà e imbocca la strada dell’odio”.

shoah giorno della memoriaPapa,mai scordare lacrime vittime Shoah – “Oggi desidero fare memoria nel cuore di tutte le vittime dell’olocausto. Le loro sofferenze, le loro lacrime non siano mai dimenticate”. Lo afferma papa Francesco in un tweet diffuso in nove lingue sul suo profilo @Pontifex in occasione della Giornata della Memoria.

Gentiloni, ricordare le lezioni del ‘900 – “Non dimenticare l’Olocausto, ricordare le terribili lezioni del ‘900, alimentare le ragioni della nostra libertà #giornatadellamemoria”. Così il premier Paolo Gentiloni nella Giornata della memoria.