Migranti, Italia propone risoluzione Onu contro i trafficanti

I trafficanti fanno sbarcare migranti
Una carretta del mare carica di migranti a Lampedusa

L’Italia ha presentato ai Paesi europei del Consiglio di Sicurezza Onu una proposta per una bozza di risoluzione contro i trafficanti di migranti. Lo ha riferito il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni da Varsavia aggiungendo che l’obiettivo è ottenere “un quadro legale” che ci consenta di colpire i trafficanti”.

La proposta italiana è stata comunicata ai Paesi europei membri del Consiglio di sicurezza, Gran Bretagna e Francia oltre ai non permanenti Spagna e Lituania, e in questa settimana verrà fatta circolare tra gli altri componenti.

“Mi auguro che venga approvata nel giro di una decina di giorni”, ha detto Gentiloni, ammettendo che “non sarà facile perché per la prima volta questo tema approda in consiglio di sicurezza, ma sono fiducioso”. Dare un quadro legale alla lotta contro i trafficanti di esseri umani, ha poi precisato Gentiloni, “darà la possibilità di effettuare singole operazioni contro i trafficanti”.

Onu al lavoro, testo entro 18 maggio – I membri europei del Consiglio di Sicurezza dell’Onu hanno raggiunto un accordo e sono “molto vicini” a far circolare una bozza di risoluzione sull’emergenza immigrazione nel Mediterraneo. Lo confermano all’ANSA fonti diplomatiche interne al Consiglio, precisando che sperano in un documento entro lunedì 18 maggio.
Le medesime fonti hanno precisato che i membri europei del Consiglio di Sicurezza che da tempo lavorano alla bozza hanno trovato un accordo su un testo. Oggi inizieranno quindi le discussioni con gli altri membri non europei del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

La bozza di risoluzione a cui si sta lavorando e’ sotto l’ombrello del Capitolo 7 della Carta delle Nazioni Unite, che in estrema ratio può prevedere anche l’uso della forza. Lo rivelano all’ANSA fonti diplomatiche interne al Consiglio di sicurezza.

LUNEDI’ MOGHERINI A CONSIGLIO DI SICUREZZA ONU – Il Consiglio di sicurezza dell’Onu affronterà lunedì prossimo l’emergenza dell’immigrazione nel Mediterraneo. L’alto rappresentante per la politica estera Ue, Federica Mogherini, è stata invitata a presentare un rapporto sulla situazione. Mogherini, informa una nota del servizio di azione esterna europeo, è stata “invitata ad informare” il Consiglio di Sicurezza lunedì prossimo “in seguito” al Consiglio europeo straordinario del 23 aprile e “dopo una serie di contatti ad alto livello condotti dall’Alto rappresentante con i membri europei del Consiglio di Sicurezza, con gli Stati Uniti, la Russia e la Cina per scambiare vedute e per coordinare le posizioni sulla lotta contro le organizzazioni di trafficanti”. “L’Alto rappresentante – continua la nota – ha discusso anche con l’Unione africana e con i paesi arabi sulla necessità di lavorare in partnership per risolvere le cause alla radice dell’immigrazione illegale, affrontare le situazioni di emergenza ed impedire alle organizzazioni criminali di operare contro gente vulnerabile”.

Condividi

Rispondi