Elezioni regionali, forse è 4-3 per Pd. De Luca in vantaggio

Giovanni Toti al seggio - Elezioni regionali 2015
Giovanni Toti al seggio (Ansa)

Molta prudenza, ma alcune tendenze paiono consolidarsi in queste elezioni regionali. I primissimi risultati sembrano dare in Liguria Giovanni Toti (FI) tra 28% e 32%, Alice Salvatore (M5S) tra il 25% e il 29%, Raffaella Paita (Pd) tra 21,5% e 25.5%, Luca Pastorino (Lista Pastorino) tra 11 e 15%.

Giallo – Un risultato che sembrerebbe però smentito dalle proiezioni di Piepoli che danno Toti oltre il 31,7%, la Paita al 30,5 e Alice Salvatore al 23%. Con un dato curioso: che Postorino otterrebbe oltre il 10 percento. Risultati che arrivano a rilento e nella elaborazione vi è un comprensibile caos. E’ ancora molto presto, quindi, per sbilanciarsi.

In Campania Vincenzo De Luca (Pd) è al 43.3%, Stefano Caldoro al 35.6%, Valeria Ciarambino (M5S) al 18.6%: questa la prima proiezione dell’Istituto Piepoli per Rai per la Regione Campania. Il campione scrutinato sarebbe dell’8 percento.

In Puglia è sorpresa non tanto per Michele Emiliano (Pd) saldamente in testa con il 44,5%, ma per Antonella Laricchia (M5S) col 20%. Segue poi Francesco Schitulli con il 17,1%, candiato di Fitto e Fratelli d’Italia. Adriana Poli Bortone, candidata di Forza Italia, al momento sarebbe quarta.

Toscana Enrico Rossi (Pd) al 47.1%, Claudio Borghi (Lega-Fdi) al 18.8%, Giacomo Giannarelli (M5S) al 16.5%. Questa la prima proiezione dell’Istituto Piepoli per la Toscana (copertura 5,7%).

In Veneto Luca Zaia della Lega è in testa con il 44,7%. Seguono Alessandra Moretti (Pd) con il 25,5% e Flavio Tosi con il 14,3%.  Tutti risultati molto provvisori.

Marche Luca Ceriscioli (Pd) in testa con il 39%, Giovanni Maggi (M5S) al 24.8% e Francesco Acquaroli (Lega-Fdi) al 16%: questa è la prima proiezione dell’Istituto Piepoli per Rai per la Regione Marche dove l’ex presidente Gian Mario Spacca risulta fuori dal podio.

In Umbria, al momento risulta essere primo il candidato del centrodestra Ricci con oltre il 31 percento. Segue l’uscente Catiuscia Marini con il 30,3%. Terzi i Cinquestelle.

“Se fossero confermate le tendenze che stanno emergendo nel dibattito tv, il 5 a 2 sarebbe un importante risultato per il Pd. Aspettiamo di vedere i dati definitivi”. Così il vicesegretario Pd Lorenzo Guerini.

Quando sono noti i dati relativi a circa il 50% dei comuni sul totale di 1.456 di Veneto, Liguria, Umbria e Campania (le regioni di cui il Viminale rende noti i dati elettorali) l’affluenza alle urne per le elezioni regionali, rilevata alle ore 23 di oggi, va attestandosi intorno al 52%. Nelle precedenti omologhe superava il 62%.

Quando sono noti i dati relativi a circa il 50% dei comuni sul totale di 512, l’affluenza alle urne per le elezioni comunali, rilevata alle ore 23 di oggi, va attestandosi intorno al 64% (il dato diffuso dal Viminale, non tiene conto delle comunali in corso in Friuli Venezia Giulia e Sicilia). Nelle precedenti omologhe superava il 72%.

Condividi