Dramma a Matera, mongolfiera tocca cavi elettrici e precipita. Morti due giovani

Dramma al Matera, mongolfiera tocca cavi elettrici e precipita. Morti due giovani Davide Belgrano e Giuseppe Nicola Lasaponara
Il luogo in aperta campagna dove è precipitata la mongolfiera

Dramma al Matera Balloon Festival, una manifestazione programmata nella città lucana dall’8 al 11 ottobre, dove si esibiscono palloni aerostatici. Due studenti dell’Itc Olivetti, settore aeronautico, sono morti in seguito alla caduta di una mongolfiera che stava partecipando, nei cieli di Montescaglioso (Matera), alla seconda edizione della kermesse che rientra negli eventi di Matera capitale della cultura 2019.

Le vittime sono sono Davide Belgrano, 20 anni e Giuseppe Nicola Lasaponara, 18 anni, entrambi di Matera dove frequentavano l’ultimo anno all’istituto tecnico Olivetti di Matera.

Sul posto sono immediatamente giunti 118, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri, che indagano sulle cause dell’incidente. Secondo una prima ricostruzione, la mongolfiera su cui volavano i due giovani avrebbe toccato uno dei cavi dell’alta tensione ed è precipitata.

Davide Belgrano e Giuseppe Nicola Lasaponara Davide Belgrano e Giuseppe Nicola LasaponaraIl pallone, da quanto raccontato, dopo il contatto con i cavi, avrebbe iniziato a prendere fuoco e Lasaponara e Belgrano, spaventati e nel panico, quando hanno visto che la mongolfiera stava precipitando, si sarebbero lanciati nel giù nel vuoto nel tentativo di salvarsi.

I due giovani purtroppo non hanno avuto scampo. Sono morti sul colpo dopo una caduta da diverse decine di metri. I loro corpi sono stati ritrovati a qualche centinaia di metri dall’impatto col suolo del pallone, un casolare in aperta campagna. Il pilota del pallone è rimasto ferito. La manifestazione dopo la tragedia, è stata subito sospesa.

VIDEO SU MATERA BOLLON FESTIVAL

Il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri ha subito raggiunto il luogo della tragedia e a nome della città ha indetto il lutto cittadino. “Di fronte ad una tragedia imprevedibile – ha detto il sindaco – che ha causato la morte di due giovani studenti materani, non è possibile trovare parole che possano lenire il dolore dei familiari e dell’intera comunità materana colpita da un lutto così inaccettabile”.

“A nome della città – ha aggiunto De Ruggieri – esprimo la profonda amarezza per questo tragico episodio talmente intenso da imporre il lutto cittadino per affratellare in un moto di solidarietà donne e uomini della nostra città. Per tale ragione – ha concluso il primo cittadino – tutte le manifestazioni programmate per i prossimi giorni sono sospese affinché la memoria di un simile fatto doloroso non possa essere ignorata”.