Napoli, agguato a sorella del boss D'Amico e poi gambizzato uomo

Agguato a Canonal Ponticelli Napoli. Uccisa Nunzia D'Amico
Il luogo dell’agguato a Nunzia D’Amico

Scorre di nuovo sangue a Napoli. Agguato mortale contro la sorella di un boss a Ponticelli, quartiere della periferia est di Napoli. Una donna, Nunzia D’Amico, 40 anni,è stata uccisa a colpi di arma da fuoco nel parco Conocal, intorno alle 13 di sabato.

La vittima era imparentata con alcuni esponenti apicali del presunto clan camorristico D’Amico, molto attivo nella zona.

La donna è stata trasportata al pronto soccorso del nosocomio Villa Betania, ma è deceduta poco dopo aver raggiunto il reparto di emergenza.

Sull’omicidio di Nunzia D’Amico indaga la Polizia di Stato intervenuta sul posto. Il delitto è di matrice camorristica. Non si esclude un regolamento di conti in ambienti criminali o una ritorsione nei confronti del boss del clan di Ponticelli. Dopo settimane di tregua sembra riprendere la guerra di camorra a Napoli.

Sempre oggi un pregiudicato, Ciro Gioia, 40 anni, è stato ferito a Napoli. L’uomo è stato colpito ad una gamba. La polizia sta cercando di accertare se l’episodio sia legato all’uccisione della donna.

Nunzia D’ Amico aveva posizione vertice in clan – Annunziata D’Amico, 40 anni, detta Nunzia, è stata colpita nei pressi di casa, al Parco Conocal, nel quartiere Ponticelli. Ad aprire il fuoco sarebbero stati sicari in numero non ancora precisato.

La donna aveva numerosi precedenti penali, compreso il reato di associazione per delinquere di stampo camorristico. Nunzia D’Amico era sorella di Giuseppe ed Antonio D’Amico, ritenuti i capi dell’omonimo clan attivo a Ponticelli.

La donna avrebbe assunto negli ultimi tempi un ruolo di guida nell’organizzazione, decimata da una serie di arresti avvenuti nel marzo scorso ed in lotta con il clan rivale dei D’Amico. Pochi minuti dopo il ferimento di Nunzia D’Amico, morta poco dopo alla clinica VIlla Betania, è stato ferito sempre a Ponticelli un pregiudicato, Ciro Gioia, 40 anni, che si è recato con mezzi propri all’ ospedale “Loreto Mare”. A Villa Betania sono giunti numerosi parenti e conoscenti dei D’Amico.

Comments are closed.