Maltempo, allerta al Sud. Sindaco Benevento: "Lasciate le case"

Maltempo a al sud, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia Basilicata Una immagine della scorsa alluvione che ha flagellato Benevento e provincia
Una immagine della scorsa alluvione che ha flagellato Benevento e provincia

Criticità arancione su Calabria, Puglia, Basilicata e Campania, afferma la Protezione civile nel suo bollettino meteo quotidiano. A Benevento la criticità più avvertita, dove nei giorni scorsi il maltempo ha provocato due morti, il sindaco ha invitato i cittadini ad abbandonare le case e rifugiarsi altrove.

La nuova fase di maltempo iniziata nella giornata di ieri, sta interessando le regioni del centro-sud, fase che continuerà domani a far sentire i propri effetti, con fenomeni che insisteranno sulle regioni meridionali.

L’avviso prevede dalla tarda serata di lunedì 19 ottobre, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Basilicata e Calabria. I fenomeni persisteranno domani, martedì 20 ottobre, su Campania e Puglia. Le precipitazioni saranno accompagnate da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

In seguito all’allarme meteo della Protezione civile, il Comune di Benevento “consiglia ai cittadini delle aree già colpite e, in particolare, ai residenti di Ponte Valentino, Pantano, Ponticelli, Santa Clementina e via Cosimo Nuzzolo di mettersi in sicurezza allontanandosi dall’abitazione o salendo ai piani alti quando possibile”.

Allertate le regioni interessate che dovranno attivare i sistemi di intervento. In allarme Protezione civile, volontari e Vigili del fuoco. Molti comuni chiuderanno le scuole già da domani.

Ieri notte in auto per molti cittadini di Benevento che, in seguito al bollettino “arancione” diramato dalla Protezione civile e, in particolare, quelli residenti nella zona Pantano, una delle aree cittadine più disastrate dalla passata alluvione, hanno dormito in auto per non abbandonare le loro abitazioni. Circa tremila pasti, tra pranzo e cena, intanto, sono stati distribuiti nella sola giornata di ieri dalla Caritas di Benevento agli sfollati e ai volontari.

Secondo il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare i prossimi giorni sulla nostra penisola saranno caratterizzati da forte instabilità: “avremo due aree di bassa pressione che determinano condizioni di instabilità atmosferica; la prima è posizionata sul nord est mentre la seconda sul settore ionico con sistema frontale che al momento interessa in particolar modo la parte centro meridionale della Puglia.

Sulle restanti aree dell’Italia permane una debole variabilità atmosferica”. Già a partire da oggi il maltempo si farà sentire sul settore orientale con: “piogge sparse su Veneto settentrionale, Friuli Venezia Giulia, settori orientali della Lombardia, i fenomeni risulteranno nevosi – prosegue L’Aereonautica Militare – sulle zone alpine superiori ai 1500 metri. Progressiva attenuazione dei fenomeni e delle nubi nel corso del pomeriggio”. E’ torna la paura per fiumi torrenti e rigoli che solcano le aree contrassegnate da Protezione civile e Aeronautica.

Condividi