Scala, Ravello (Sa): bambino morto dopo la pasta al sugo. Tre indagati

Scala, Ravello (Salerno): bambino british mangia pasta al sugo e muoreRAVELLO (SALERNO) La procura di Salerno ha emesso tre avvisi di garanzia per la morte del bambino inglese morto dopo aver mangiato un piatto di pasta in un ristorante di Scala (Ravello), nel Salernitano. Gli indagati sono il titolare del ristorante, il responsabile di sala e lo chef. L’ipotesi di reato a loro carico è omicidio colposo. “Un atto dovuto”, spiegano i magistrati.

Il piccolo C. W. di 7 anni, cittadino britannico in vacanza con i suoi tra Cilento e Costiera amalfitana, in Campania è morto il 30 ottobre scorso nel reparto di rianimazione pediatrica dell’ospedale Santobono di Napoli, dove era stato ricoverato dal 27 ottobre scorso in seguito a un malore avvertito durante un pranzo in un ristorante di Scala, piccolo centro vicino Ravello, nel Salernitano.

La procura di Salerno ha aperto un’inchiesta e disposto l’autopsia per accertare eventuali responsabilità nell’accaduto. L’esame autoptico dovrebbe svolgersi in settimana e dovrebbe accertare le cause del decesso del bimbo.

Secondo quanto scrivono i media locali, la famiglia inglese si era fermata per pranzare in un ristorante a Scala, frazione di Ravello. Ai gestori i genitori della vittima avevano chiesto per il bimbo solo un piatto di pasta al pomodoro a causa di una forte intolleranza al lattosio (derivati del latte). Il bimbo dopo aver mangiato si è sentito male e sono stati chiamati i soccorsi.

Il 118 arrivato sul posto ha trovato il bimbo in arresto cardiaco e dopo 15 minuti di massaggio è riuscito a farlo tornare a battere. Ma la situazione cerebrale era molto compromessa. Inutile anche il trasferimento all’ospedale Santobono di Napoli dove è stato sottoposto a intervento chirurgico per rimuovere un edema cerebrale formatosi a causa della mancanza di ossigeno al cervello.

Dopo diverse ore di coma farmacologico il suo cuore ha smesso di battere il 30 ottobre. Ora la procura indaga per capire se il malore è stato causato da uno shock anafilattico per la presenza di formaggio o panna nel suo piatto. E’ molto probabile che la pasta sia stata preparata con pomodoro e delle sostanze contenente lattosio, oppure che durante la preparazione della pietanza è venuto in contatto con formaggio o panna.